La metafisica del mondo

L’autrice di “Metafisica dei tubi” ci mostra le foto dei suoi oggetti-muse e ci racconta in modo fulmineo qual è il loro potere, a cominciare dal suo specchietto, «l’oggetto più misterioso», e dal suo «animale da compagnia», l’anello-gatto selvatico. Oppure ci fa fare un corso di francese in puro stile nothombiano.

Amélie Nothomb: «Leggiamo insieme La nostalgia felice» #2

Particolare della copertina "Metafisica dei tubi"

Dopo averci fatto incontrare il fidanzato giapponese, Amélie Nothomb ci guida nelle pagine del suo libro autobiografico fino all’infanzia e alla «Metafisica dei tubi». È la seconda puntata della lettura insieme de «La nostalgia felice» (Voland), anche in lingua originale. Dice Amélie: «Ritrovarsi è un fenomeno così complesso che andrebbe affrontato soltanto dopo un lungo apprendistato»

Continua a leggere →

Amélie Nothomb: «Leggiamo insieme La nostalgia felice» #1

Amélie Nothomb tra le braccia di Nishio-san (1971), fotografata dalla madre. Particolare della copertina «La nostalgia felice», Voland.

Amélie Nothomb ci guida ne «La nostalgia felice» (Voland), un libro autobiografico, un viaggio fortemente sentimentale che ha riportato Amélie in Giappone. Un viaggio che ripercorreremo assieme. Puntata dopo puntata, Amélie sceglierà dei brani per noi, ce li farà assaporare anche in originale, e ci indicherà le connessioni con altri suoi libri. Così da comporre una vera geografia nothombiana.

Continua a leggere →