La bibliotecaria nella torre

«Quanto le devo?», in una biblioteca accade anche questo: che ci si dimentichi che le biblioteche sono un servizio gratuito. In realtà nel nostro Paese è l’esistenza stessa delle biblioteche a essere troppo spesso dimenticata. Qui su «Ho un libro in testa» abbiamo aperto uno spazio. La nostra guida è Anastasia Guarinoni, lavora in una torre. Puntata dopo puntata ci racconterà la vita in una biblioteca, ci collegherà alla rete delle biblioteche sparse per tutta Italia. E naturalmente ci consiglierà sempre un libro.

Festival della Microeditoria: le biblioteche e il concorso per gli editori

Dal 7 al 9 novembre a Chiari si tiene Il festival della Microeditoria di Qualità. Due punti da sottolineare: 1) I dati che indicano l’Italia come un popolo di “non lettori” vengono stimati in base agli “acquisti” in libreria. La vera incognita, spesso sottovalutata, è il brulicante movimento nelle biblioteche. 2) È stato istituito un concorso: le case editrici possono inviare dei testi e candidarli per ottenere il marchio di ottima qualità o il premio nella categoria assegnata.

Continua a leggere →

La biblioteca cambia: diventa relazionale

foto

«Le persone che giungono in biblioteca lo fanno sempre di più con la coscienza che non saranno “sole” dinanzi al documento, ma entreranno in una comunità di lettori (reale e virtuale) che ha delle proprie esigenze ed un proprio pensiero, come testimonia la presenza in molti Sistemi Bibliotecari di vere e proprie community di lettori, per altro vivacissime».

Continua a leggere →