Serena Casini

Serena Casini ama i libri, da quando era bambina, e quando è diventata grande dei libri ne ha fatto un mestiere: editor, redattrice e libraia. In libreria ci lavora la prima volta nel 2002, mentre studiava a Firenze. Ha continuato a Roma, poi, chiedendosi “chissà cosa succede in casa editrice” è riuscita a vederne bene una da dentro: il Saggiatore a Milano. Lì è rimasta per sei anni, redattrice prima, poi editor. Nell’estate 2013 ha accompagnato Pianissimo e Filippo Nicosia in giro per la Sicilia, facendo la libraia ambulante insieme a Maura Romeo e Mauro Maraschi, un’avventura di cui porta chiari i segni. Quindi una nuova casa editrice Chiarelettere, oltre un anno di nuove sfide senonché il vecchio mestiere è tornato a bussare alla sua porta: nel marzo 2015 ha visto un Punto Einaudi in chiusura a Lecco (perché da Milano si era trasferita lì) e ha deciso di riaprirlo con il supporto del suo compagno, Andrea. Perché non le basta dire che la cultura deve essere difesa, lei ha deciso di metterci del suo. Ogni giorno (tranne il lunedì). Trovate la sua libreria qua, ma anche qua.

Com’è nato
l’Italian Book Challenge
dei lettori indipendenti ‪#‎IBC‬

Ne stanno parlando ovunque del Campionato dei lettori indipendenti: da Loredana Lipperini su “Repubblica” a “Fahrenheit-Radio3”. Serena Casini, che qui su “Ho un libro in testa” seguiamo passo passo dall’inizio della sua vita di libraia, ci racconta la sua folgorante idea che coinvolge i lettori e le librerie indipendenti di tutta Italia.

Continua a leggere →