Chicca Gagliardo

Chicca Gagliardo ama i libri che si trasformano. Dal suo ultimo romanzo Il poeta dell'aria. Romanzo in 33 lezioni di volo (Hacca edizioni) è nato il progetto intitolato "Il volo è una scrittura del corpo nel cielo. Gli artisti dialogano con Il poeta dell'aria" (se ne parla qui). Dalla sua raccolta di racconti Nell’aldilà dei pesci (Ponte alle Grazie, 2006; Libreria degli Scrittori, settembre 2014) sono nati la mostra al Mart di Rovereto, con quadri, fotografie e video ispirati ai suoi personaggi, e il corto Nell’aldilà di Flavia Mastrella e Antonio Rezza. La protagonista del romanzo Lo sguardo dell’ombra (Ponte alle Grazie, 2008) diventa l’ombra di un poeta nel monologo scritto per Mappe sulla pelle (editpress, 2012). Con Massimiliano Tappari ha pubblicato Gli occhi degli alberi (Ponte alle Grazie, 2010), storia in voci enciclopediche, che ha dato origine a diverse passeggiate letterarie. Il 20 ottobre 2016 esce "Gli occhi degli alberi e la visione delle nuvole" (Hacca edizioni). Ha ideato e cura «Ho un libro in testa». Qualche notizia in più qui. Su Facebook è qui, su Twitter è @ChiccaGagliardo.

Gli occhi degli alberi
e la visione delle nuvole

Esce oggi il libro “Gli occhi degli alberi e la visione delle nuvole” di Chicca Gagliardo e Massimiliano Tappari (Hacca edizioni).
«Ovunque esistono storie nascoste che attendono di essere scoperte. Chicca Gagliardo, scrivendo, e Massimiliano Tappari, fotografando, hanno composto insieme un racconto in voci enciclopediche che ci fa osservare e capovolgere ciò che abbiamo davanti agli occhi. Il senso della meraviglia si desta. E lo sguardo, come una ventata, si alza».

Continua a leggere →