Alessandra Sarchi

Alessandra Sarchi ha studiato alla Scuola Normale Superiore di Pisa e a Ca’ Foscari a Venezia, ha una formazione di storica e critica d’arte, nel 2008 ha pubblicato la raccolta di racconti “Segni sottili e clandestini” con l’editore Diabasis. Nel 2012 è uscito con Einaudi Stile Libero il suo primo romanzo “Violazione”, vincitore del premio Paolo Volponi, in memoria di Stefano Tassinari, opera prima. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo “L’amore normale” (Einaudi Stile Libero). Il suo ultimo romanzo è "La notte ha la mia voce" (Einaudi Stile Libero, 2017). Suoi racconti sono apparsi in antologie e riviste. Collabora con le pagine culturali di diversi quotidiani e scrive per i blog leparoleelecose.it, doppiozero.com. e La ricerca.it . Vive Bologna.

Alessandra Sarchi ci fa leggere
“La notte ha la mia voce”

Cosa sappiamo del nostro corpo, chi siamo noi che abitiamo dentro un corpo? Dal libro “La notte ha la mia voce” (Einaudi Stile Libero) – storia di una donna che all’improvviso, per un incidente, un caso, perde l’uso delle gambe – si esce pieni di interrogativi nei confronti di se stessi, come accade con i romanzi che toccano corde profonde. L’autrice, Alessandra Sarchi, ha scelto per noi un brano del suo romanzo.
(Qui potete leggere la scheda del libro).

Continua a leggere →

“Possessioni”: la nuova rubrica di Alessandra Sarchi

«Questa rubrica è dedicata alle piccole e grandi possessioni che le opere d’arte esercitano su chi scrive». Così ci dice Alessandra Sarchi, che inviterà gli scrittori a mettersi di fronte a un artista amato. Si inizia con Monica Pareschi e Munch.
(Nella prima immagine: Edvard Munch, Vampiro, grafica, 1893, 1902).

Continua a leggere →