Nella stanza di Laura Pugno
c’è la luce che cala

La porta si apre. All’interno c’è un inedito di Laura Pugno.

torna, un momento
nel tempo, uno solo
o è compresente –

legno
e legno adesso, che brucerai
facendo fuochi –

il giorno che ti rivedranno,
le braccia alzate,

in questo, in altri mondi
insieme a questo

ritrovato come detto esattamente

ora tace, gettato
nel mare,
nella luce che cala, poi torna

Laura Pugno
dal poemetto inedito “I legni”.

.
In alto, opera di Marina Misiti.

Vuoi commentare? Scrivici.