Cos’è successo a Letti Di Notte

Patrizio Zurru, ideatore con Marcos y Marcos della Notte dei Lettori, nella scorsa puntata ci aveva annunciato come sarebbe stata la sua Notte. Oggi ci racconta tutto quello che ha fatto (Premio StregHa compreso).

Letti di Notte in tour

Sicuramente dimenticherò qualcosa e qualcuno, sicuramente non dimenticherò mai le emozioni che mi ha regalato questa quarta edizione di lettidinotte

Tutto è iniziato con l’invito di Carmelo Calì e il gruppo di Libri & bar Pallotta di Roma per presentare il libro di Vins Gallico “Final cut” in occasione della nuove edizione di #Libriamollo, la rassegna che vede protagonisti i migliori scrittori italiani, a Ponte Milvio, Carmelo ha avuto l’idea di abbinare la serata all’ anteprima di LdN, il 18 giugno.

E così, come abbiamo detto più volte abbiamo fatto la serata dei tre porcellini, sembrava una barzelletta: c’erano tre librai, un calabrese, un siciliano e un sardo…

Carmelo e Carla hanno sistemato un lettone in mezzo alla piazza e la serata è partita nel migliore dei modi, con tanto pubblico e un epilogo a sorpresa: alla fine della presentazione ho fatto a pezzi il libro di Vins e ho distribuito le pagine fra i partecipanti. Subito dopo aver assegnato al libro il Premio StregHa con l’H, visto che è arrivato ultimo nella dozzina.

premio_strega

Ovviamente tutto è successo fra lo stupore generale, ma poi il pubblico, letta la pagina assegnata ha pensato bene di completare la lettura comprando tutto il libro.

Devo quindi ringraziare Carmelo Carla, Francesca, Simona, Daniele, Alessio per l’ospitalità, la cortesia e soprattutto per il coraggio che hanno dimostrato invitando una scheggia impazzita quale sono.

Aroma (tuttoattaccato come si usa da quelle parti) ho incontrato una marea di scrittori, editori, librai, e con tutti abbiamo fatto un po’ il punto della situazione, abbiamo cercato di capire come si può uscire da questo momento di impasse del libro, abbiamo cercato di non piangerci addosso ma di essere ottimisti e propositivi.

Son cose che fanno bene al cuore.

Poi sono andato a Milano, perché il 20 era la grande notte dei lettori, dovevo ricongiungermi con uno degli altri due ideatori dell’evento del libro per eccellenza. Mancando Claudia, fuori per lavoro, ho reincontrato Marco Zapparoli, diciamo pure che ci siamo inseguiti fra le librerie, visto che spesso avevamo eventi in contemporanea.

Ci siamo incontrati verso l’una di notte alla #Scatolalilla di Cristina di Canio, la libreria Il Mio Libro, dove ero già stato prima per raccontare come è nata l’avventura di Letti di Notte e dove mi son trattenuto per ascoltare parecchi degli scrittori che hanno raccontato “con chi avrebbero voluto passare la notte; scrittori, libri, personaggi dei libri) Via Sannio è stata letteralmente bloccata dalla quantità di persone accorse per l’evento. Grande Cristina, e grazie ancora a lei e agli amici che ho incontrato, partendo da Massimo Canuti, che mi ha fatto da accompagnatore-cicerone per passare a Ivano Porpora, Annarita Briganti, Eva Massari e tanti altri che ho già detto che non citerò per ragioni di spazio ma che resteranno per sempre nel mio cuore, anzi, voglio ricordare anche Vincenzo Costantino Cinasky, che ci ha fatto fare le 4 improvvisando poesie e offrendo tarallucci e vino.

A una cert’ora sono andato a trovare gli amici di Centofiori, dove abbiamo realizzato un format nuovo: il Testatesti, letture bendate (con le mascherine, ma anche ben-date) abbinate alla degustazione di vini nobili e meno.

Ah, anche le letture erano suddivise fra brani editi e inediti.

Ho avuto così la possibilità di far testare direttamente ai lettori la qualità degli inediti pervenuti all’Agenzia letteraria www.stradescritte.it e devo dire che questa analisi di mercato ancor prima della proposta agli editori è stato un test più che utile.

Una cliente, pur di avere uno dei brani (ovviamente anonimo) ha comprato tutti i libri presentati in serata.

Tirando le somme.

Abbiamo guadagnato tutti, chi in soldi, chi in amicizie, chi in conoscenze e contatti, chi in divertimento

Questo lo spirito di Letti di Notte, una grande macchina alimentata dal carburante della creatività di organizzatori e partecipanti.

Un grande, grandissimo grazie allo staff di www.letteraturarinnovabile.com che come ogni anno ha gestito l’organizzazione di questo evento sempre più grande, e a tutti i librai, bibliotecari, editori, associazioni, festival che hanno gioiosamente partecipato.

E ora si parte con l’organizzazione dell’edizione N° 5.

P.S. Per Federico: ci si vede in gara 7 #Dinamo-Reggioemilia

Clicca qui per vedere e ascoltare l’intervista su Letti di Notte.

Patrizio_Zurru

Vuoi commentare? Scrivici.